Stampa

 

Il Piano Stralcio

 

Direttive ed Indirizzi

Si tratta di provvedimenti rivolti prevalentemente ad orientare l'azione degli Enti territoriali, con lo scopo di stabilire linee omogenee di comportamento sul bacino in ordine a temi specifici; ad assicurarecongruenza con gli obiettivi e linee generali di intervento del Piano di Bacino.
Questo tipo di strumento risente in maniera considerevole dellesingolarità dei diversi bacini, con particolare riferimento anche allo stato diapproccio ai vari temi derivanti dalla pianificazione e dallaprogrammazione già esistente da parte degli Enti territoriali. Gli argomentitoccati sono pertanto molto differenziati, alcuni di assoluta specificità, purrimanendo anche in questo caso alcune linee di base comuni.

 

Le Misure di Salvaguardia

Secondo il disposto dell’art. 17, co. 6 bis della legge n. 183/’89, “In attesa dell'approvazione del piano di bacino, le Autorità di Bacino,attraverso il Comitato Istituzionale, adottano Misure di Salvaguardia con particolare riferimento ai bacini montani, ai torrenti di alta valle ed ai corsi d'acqua di fondovalle ed ai contenuti di cui alle lettere b), c), f), l) ed m) del comma 3”, ovvero con specifico riferimento a:


“ b) l'individuazione e la quantificazione delle situazioni, in atto e potenziali, di degrado del sistema fisico, nonché delle relative cause;


c) le direttive alle quali devono uniformarsi la difesa del suolo, la sistemazione idrogeologica ed idraulica e l'utilizzazione delle acque e dei suoli;


f) l'individuazione delle prescrizioni, dei vincoli e delle opere idrauliche,idraulico-agrarie, idraulico-forestali, di forestazione, di bonifica idraulica,di stabilizzazione e consolidamento dei terreni e di ogni altra azione o norma d'uso o vincolo finalizzati alla conservazione del suolo ed alla tutela dell'ambiente;


l) la normativa e gli interventi rivolti a regolare l'estrazione dei materiali litoidi dal demanio fluviale, lacuale e marittimo e le relative fasce di rispetto, specificatamente individuate in funzione del buon regime delle acque e della tutela dell'equilibrio geostatico e geomorfologico dei terreni e dei litorali;

m) l'indicazione delle zone da assoggettare a speciali vincoli e prescrizioni in rapporto alle specifiche condizioni idrogeologiche, ai fini della conservazione del suolo, della tutela dell'ambiente e della prevenzione contro presumibili effetti dannosi di interventi antropici”.


Qualora le misure di salvaguardia siano adottate in assenza dei piani stralcio di cui all’articolo 17, comma 6-ter, della legge n. 183 del 1989, esse sono vincolanti e rimangono in vigore sino all’approvazione di detti piani.

PLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMITPLG_ITPSOCIALBUTTONS_SUBMIT

Cerca nel sito

Autorità di Bacino dei fiumi Liri-Garigliano e Volturno
V.le Lincoln – Ex Area Saint Gobain - 81100 Caserta
Telefono: 0823300001 – Fax: 0823300235
protocollo@pec.autoritalgv.it
I piani stralcio. Autorità di bacino dei fiumi Liri e Garigliano e Volturno